La Val Padeon

Partenza e arrivo

Partenza: Passo Tre Croci 1800 m
Arrivo: Ospitale 1490 m

Distanza

9,4 km

Dislivello

Salita 350 m
Discesa 620 m

Difficoltà

E escursionistico

Percorso: attraversata della solitaria Val Padeon.

Dal Passo Tre Croci per buon sentiero si inizia a salire gradualmente verso il Passo Son Forca posto a 2109 m e anche punto più alto dell’escursione.

Giunti in forcella ci si trova alle pendici del leggendario monte Cristallo, montagna imponente e bellissima e da qui si possono ammirare ampi panorami verso il Faloria ed il Sorapis. Ci si incammina, attraverso un mugheto ed un bosco misto di larici e pini cembri, verso Forcella Zumelles. Questo tratto pianeggiante permette di recuperare le forze spese nella salita.

Dalla forcella si gode di uno dei più bei panorami sulla conca di Cortina d’Ampezzo con le Tofane in primo piano. Si scende ora per un ripido tratto fino a raggiungere il corso del Ru Bosco ed in breve la Malga Padeon dove c’è un ampio pascolo e la possibilità di una bella sosta. Da qui si scorge la Croda dei Zestelis con l’incredibile forma di una sfinge.

Procedendo, la Val Padeon regala delle viste impressionanti, a sinistra le pareti nord del Pomagagnon con una struttura a gigantesche banconate rocciose stratificate a franapoggio, mentre a destra le dirupate pareti delle Creste Bianche e del Vecio del Forame percorse da grandi canaloni.

Sempre seguendo le cristalline acque del Ru Bosco ci si avvicina al tratto finale della valle dove il tracciato scende più ripido ed abbandona il ruscello, che invece si inabissa in un profondo canyon.

Ospitale, punto di arrivo, era un antico ospizio che accoglieva viandanti e pellegrini nel loro transito tra Anpezo e la Val Pusteria, qui sorge la più antica chiesa della nostra valle, la cui costruzione risale addirittura al 1226.